Love My Dentist
Da 20 anni di esperienza odontoiatrica,
la prima rete di professionisti bresciani

prestazioni > RICONOSCERE E CURARE FORME DI PATOLOGIA ORALE

“Ho una carne crescente in bocca!”, “Che cos’è questa macchia?”, “La mia lingua è tutta screpolata…” Le alterazioni di forma e colore dei tessuti molli della bocca, lingua compresa, sono un evento ricorrente ma non sempre rilevato o percepito dal paziente, per il quale il riscontro è spesso occasionale.

La bocca (il cavo orale) può venire infatti interessata da lesioni singole o multiple, come anche da manifestazioni locali di condizioni dello stato di salute generale che si ripercuotono sulla bocca stessa. Le forme più comuni sono le manifestazioni bollose o vescicolo bollose, le lesioni bianche e le lesioni rosse.
La diagnosi
Ogni prima visita odontostomatologica prevede:

• un accurato colloquio con il paziente sul suo stato di salute e sulle sue eventuali problematiche
• un esame obiettivo completo del cavo orale.


L’esame obiettivo deve assicurare l’esplorazione corretta del cavo orale e del settore successivo, la zona della faringe, delle labbra e della cute intorno al cavo orale, del collo.
Per eseguire con efficacia tale esame è necessario possedere una profonda conoscenza dell’anatomia e della clinica della bocca, per essere in grado di riconoscere le strutture normali e le loro comuni varianti. Bisogna saper riconoscere gli aspetti clinici più importanti delle diverse malattie, per fare una distinzione tra quelle più comuni e quelle che necessitano di consulenza specialistica.
Se si rilevano anomalie dei tessuti molli del cavo orale (lingua compresa), diventa importante acquisire una corretta documentazione fotografica.


La consulenza specialistica
È ovviamente assolutamente consigliata la consulenza specialistica in tutti i casi di cancro orale sospetto o conclamato, così come nel caso di malattie bollose e gengiviti desquamative.
La consulenza va richiesta anche in tutti i casi di dubbio diagnostico, oppure per le lesioni che non guariscono spontaneamente entro 15-21 giorni dopo la rimozione degli eventuali fattori che le hanno causate. L’odontoiatra con esperienza in patologie della mucosa del cavo orale e il medico di medicina generale vanno consultati per tutti i pazienti con il sospetto di patologie sistemiche e per quelli in terapia cronica per una o più patologie sistemiche.



< Torna all'elenco
NEWS

10/09/2015

BresciaMedica parla di periomedicine e invita medici e odontoiatri a scaricare le raccomandazioni
Un articolo dedicato all'evento e le raccomandazioni sulla p...
contattaci
Tutti i diritti riservati 2014 © Love My Dentist | Contatti | Privacy | Web credits
Seguici su Facebook