Love My Dentist
Da 20 anni di esperienza odontoiatrica,
la prima rete di professionisti bresciani

prestazioni > Cura della parodontite o piorrea


Malattia e sintomi
La parodontite è una malattia causata dall’infezione del parodonto, cioè l’insieme della gengiva, del legamento del dente e dell’osso che circonda le radici.
Questa malattia, che una volta era chiamata piorrea, era ritenuta non curabile. Oggi si guarisce nel 90% dei casi. La malattia nella sua forma più diffusa è tipica dell’adulto: è lenta nel progredire, poco dolorosa e si manifesta principalmente con sanguinamento gengivale e alito cattivo (alitosi). Esistono purtroppo anche forme più acute che colpiscono persone giovani.

Nella malattia avanzata o molto aggressiva, i denti incominciano a muoversi e spostarsi: la parodontite è la prima causa della perdita dei denti nell’età adulta.
La terapia
La terapia della parodontite poggia su quattro colonne:

Rimozione di placca e tartaro
Viene effettuata un’accurata rimozione della placca e del tartaro dalle superfici delle corone e delle radici dei denti, sia in superficie che in profondità. La terapia ha luogo nello studio dentistico e si avvale di appositi strumenti. Solitamente sono necessarie circa 4 sedute di 1 ora l’una, durante le quali vengono anche raccolti tutti i dati radiografici e di profondità di sondaggio per tutti i denti della bocca.

Apprendimento e mantenimento di una perfetta igiene orale
Il paziente verrà istruito individualmente e accuratamente all’igiene con gli strumenti e le tecniche adatti a lui: tipologia di spazzolino, filo interdentale, scovolino interdentale, spazzolino monociuffo o altri. Il paziente affetto da parodontite e fumatore è più portato a perdere denti: per questo verrà motivato fortemente a smettere di fumare, o almeno a ridurre il fumo.

Effettuate le sedute in studio, il paziente verrà richiamato per 3-4 controlli a cadenza settimanale.
Durante questi controlli verrà verificata l’igiene orale attraverso il calcolo dell’indice di placca. Segue, a distanza di 8-12 settimane, una seduta di rivalutazione: solitamente si assiste a una guarigione dell’80-90% dei siti malati.
Intervento chirurgico
I casi resistenti e con buona igiene andranno affrontati chirurgicamente.
Terapia di mantenimento
Quando il paziente sarà guarito dalla malattia entrerà in un sistema di controllo con richiami in studio e igiene professionale ogni 3/4 mesi. È dimostrato che controlli regolari, insieme a una perfetta igiene domiciliare, riducono negli anni la probabilità di perdita dei denti..
Parodontite e impianti
Il paziente ammalato di parodontite deve assolutamente mettere sotto controllo la malattia prima di effettuare l’implantologia e qualsiasi riabilitazione protesica. Il paziente predisposto alla parodontite è anche predisposto alla malattia che colpisce gengive e osso attorno agli impianti (perimplantite): ciò può condurre alla perdita degli impianti. Per questo motivo è necessario un attento programma di prevenzione, con una perfetta igiene orale domiciliare e periodiche sedute d’igiene orale e controllo.


Parodontite grave e salute generale
Nel 2013, in un importante congresso congiunto fra ricercatori Europei e Statunitensi, è stato dichiarato che la parodontite grave non curata provoca l’ingresso di batteri aggressivi nel sangue: questo può costituire un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, il diabete e può addirittura causare parti prematuri.
Considerata questa evidenza, diventa ancora più importante diagnosticare, curare e prevenire la parodontite.




< Torna all'elenco
NEWS

10/09/2015

BresciaMedica parla di periomedicine e invita medici e odontoiatri a scaricare le raccomandazioni
Un articolo dedicato all'evento e le raccomandazioni sulla p...
contattaci
Tutti i diritti riservati 2014 © Love My Dentist | Contatti | Privacy | Web credits
Seguici su Facebook